SERVIRE IL POPOLO (NON PUTIN): I PARACADUTISTI RUSSI

Un battaglione militare chiama alla disobbedienza per il giorno dell'insediamento di Putin al Cremlino

"Servire la legge è servire il popolo": il giuramento dei militari russi, se applicato alla lettera, potrebbe diventare pericoloso.

Specialmente per l'uomo del Cremlino che il 6 e 7 maggio si insedierà per la terza volta sulla poltrona più alta del potere russo. proprio a Vladimir Putin, infatti, un gruppo di militari dell'aeronautica russa (VDV, voenno desantinye voiska. In pratica: i paracadutisti) ha lanciato nei mesi scorsi, attraverso clip video circolati su Youtube, un appello a tutte le forze militari affinché disobbediscano agli ordini di colpire o reprimere l'opposizione di piazza che da mesi è mobilitata contro zar Vladimir.

Appello che, rivolto alle forze armate di terra, cielo e aria (anche agli agenti dell'Fsb, erede del Kgb) è stato girato anche agli Omon, i terribili agenti speciali antisommossa, molto attivi nella repressione delle manifestazioni che dallo scorso dicembre non hanno dato tregua al partito dei "ladri e truffatori" che siede nella fortezza che si affaccia sulla piazza Rossa. "Cosa risponderemo ai nostri figli quando un giorno ci chiederanno come ci siamo comportati nei confronti del nostro popolo, se avremo avuto o no il coraggio di disobbedire agli ordini ingiusti di colpire persone innocenti?": questo passaggio dell'appello diffuso sul web da un militare vestito in divisa di tutto punto del Centro di coordinamento interregionale "Il battaglione dimenticato" appare come uno dei più significativi dell'inaspettato proclama. Perché, attraverso la retorica patriottarda e familistica (per la quale il leader dei VDVshniki, Leonid Khabarov si è già beccato un procedimento penale per "istigazione all'insurrezione armata contro lo Stato" più qualche altro reato come il possesso di stupefacenti ed altre decine di accuse elencate nelle 21 pagine dell'accusa), fa leva sui sentimenti popolari ancora radicati nel ceto più basso della popolazione. Suscitando certamente, tra i pensionati e tra chi in Russia stringe ogni giorno la cinghia (e sono ancora tanti) per mettere insieme il pranzo con la cena, maggiore simpatia rispetto alla variegata (ma anche frastagliata e, spesso, litigiosa) opposizione russa, formata principalmente da quella classe medio-alta (giornalisti, blogger, intellettuali e scrittori) che poco appeal ha suscitato finora negli strati popolari più subalterni. Ma i parà del VDV hanno cercato anche di sfatare l'immagine vetusta degli "uomini tutti d'un pezzo", esibendosi, alcune settimane fa sul canale televisivo web TvDozhd, con una performance musicale anti-Putin con tanto di chitarra elettrica, batteria e microfono (e un sound vagamente rock-blues alla Tom Petty). E rigorosamente con divisa, baschetto e sguardo truce. Cosa potrà accadere il 6 e il 7 maggio nessuno lo può prevedere. L'opposizione ha lanciato la "Marcia da un milione" che vuole arrivare fino alla piazza del Maneggio, vicino alle mura del Cremlino. Difficile che le autorità di Mosca concedano l'autorizzazione per una protesta che si svolgerebbe a pochi passi dalla cerimonia ufficiale. Non è chiaro ancora se gli uomini del "Battaglione dimenticato" sceglieranno di stare da una parte o dall'altra della barricata. Certo è che una breccia si è aperta tra i due fronti. E questa può essere l'unica, grande significativa medaglia che l'opposizione potrebbe orgogliosamente appuntarsi sul petto.

4/5/2012
Giancarlo Castelli

GUERRA IN CECENIA: ERRORI POLITICI E CRIMINI MILITARI. Mosca. 28 novembre 2014

GUERRA IN CECENIA: ERRORI POLITICI E CRIMINI MILITARI. Mosca. 28 novembre 2014

>>>continua

Lettera aperta al sindaco di Mosca Sergej Sobjanin in sostegno di Teatr.doc

Lettera aperta al sindaco di Mosca Sergej Sobjanin in sostegno di Teatr.doc

>>>continua

Putin arruola il ’paria’. Dsk contro i nemici europei

Putin arruola il ’paria’. Dsk contro i nemici europei

>>>continua

Su boicottiamo l’aria! Non respiriamo la stessa aria di Putin!

Su boicottiamo l’aria! Non respiriamo la stessa aria di Putin!

>>>continua

A Kiev il massacro. A Soci le Putiniadi. In Italia Sanremo 2014

A Kiev il massacro. A Soci le Putiniadi. In Italia Sanremo 2014

>>>continua